fbpx
flexile-white-logo

Osteoporosi cause: perchè si presenta?

Osteoporosi 360° | 2 commenti

Erica

Erica

26/03/2021

osteoporosi cause

Osteoporosi cause: ti sei mai chiesto perché si presenta?

L’osteoporosi è una malattia tanto diffusa quanto poco conosciuta. In Italia 5 milioni di persone ne soffrono e la maggior parte, circa il 70%, sono donne.

Solitamente l’osteoporosi viene scoperta a seguito di una frattura causata da un banale evento, una normale attività di vita quotidiana. Questo accade perché la patologia si sviluppa in modo silenzioso nel corso degli anni, senza presentare sintomi specifici che ne indichino la presenza.

Come poterla prevenire se non si conoscono nemmeno i motivi per cui viene?

Conoscere la malattia e le cause che ne determinano l’insorgere è importantissimo per saper cogliere i segnali d’allarme e individuarne la presenza in tempo, così da poter intervenire.

Osteoporosi: cos’è e tipologie

L’osteoporosi, anche detta malattia delle ossa fragili, provoca l’indebolimento della struttura ossea con il costante rischio di incorrere in fratture. La perdita di densità che caratterizza questa patologia rende le ossa porose e poco resistenti, tanto che un lieve trauma esterno è in grado di provocarne la rottura.

Esistono due tipologie di osteoporosi, distinte sulla base degli eventi che portano all’insorgere della malattia:

  • osteoporosi primaria: rappresenta il 95% dei casi. L’osteoporosi primaria è dovuta a condizioni naturali quali l’invecchiamento e il post-menopausa, condizioni in cui il riassorbimento osseo rallenta e il tessuto non riesce a rigenerarsi in maniera corretta.
  • osteoporosi secondaria: è meno diffusa ed è si presenta per l’assunzione di particolari farmaci o la presenza di malattie croniche come ad esempio ipertiroidismo o artriti infiammatorie.
osteoporosi cos'è
  • https://www.facebook.com/neogela
  • gmail

Per approfondire: “Quali esami fare per diagnosticare l’osteoporosi?”
Scopri quali test fare per verificare l’eventuale presenza della patologia.

Cosa succede alle ossa?

Il nostro corpo è una macchina perfetta, in grado di rigenerare i tessuti per mantenersi forte e in salute.
Le ossa compiono costantemente un ciclo di rimodellamento per sostituire il tessuto vecchio con quello nuovo.

Ci sono due tipi di cellule addette a svolgere questa funzione, gli osteoblasti e gli osteoclasti, che si occupano rispettivamente di ricostruire il nuovo tessuto e distruggere quello vecchio.

Particolari eventi sono in grado di mettere in discussione l’attività degli osteoblasti che, non ricevendo i nutrienti necessari per rigenerare l’osso, non riescono a lavorare in modo efficiente. Ci sono particolari momenti della nostra vita infatti in cui il ciclo di rimodellamento si fa più veloce e le cellule ricostruttive non riescono a completare il loro lavoro.

Quali sono questi eventi?

  • gravidanza e allattamento
  • menopausa
  • patologie e assunzione di farmaci
  • disturbi dell’alimentazione

Vediamo in quale modo queste condizioni determinano l’insorgere dell’osteoporosi.

Osteoporosi cause

gravidanza cause osteoporosi
  • https://www.facebook.com/neogela
  • gmail

Gravidanza e allattamento

Durante la gravidanza, la madre ha bisogno di molto nutrimento per sé e per lo sviluppo del feto. Per questo motivo, è importante che la dieta sia equilibrata ed adeguata in modo da assicurare il giusto apporto di nutrienti. 

Se le proteine e il calcio che l’organismo ha a disposizione non sono sufficienti, il corpo li va a pescare dalle proprie strutture comportando il loro indebolimento. 
Lo stesso vale per il periodo di allattamento in cui la madre produce il latte per provvedere al nutrimento del bambino. 

L’osteoporosi in questi casi può provocare dolori acuti alla schiena, un segnale difficile da individuare poichè il dolore alla schiena è un sintomo comune della gravidanza. In alcuni casi si può presentare un’incurvatura della colonna dovuta a cedimenti o rotture delle vertebre. 

In caso di gravidanza, il corpo attiva dei meccanismi automatici per tamponare la perdita di densità delle ossa come l’innalzamento del livello di estrogeni e di vitamina D, tuttavia non sempre è in grado di soddisfare la richiesta ed è per questo che è importante seguire un dieta completa ed equilibrata e, in caso di necessità, assumere integratori a supporto della rigenerazione ossea. 

Menopausa

La menopausa è una condizione naturale che si presenta alla cessazione del ciclo mestruale.
In menopausa si riduce fortemente il livello di estrogeni, gli ormoni che, tra le tante attività, favoriscono la densità ossea.

menopausa cause osteoporosi
  • https://www.facebook.com/neogela
  • gmail

Bassi livelli di estrogeni determinano la riduzione del riassorbimento intestinale e renale di calcio e un aumento dell’attività degli osteoclasti, le cellule che si occupano della distruzione del tessuto osseo. 
Il calcio è un componente fondamentale della matrice minerale dell’osso ed è indispensabile nel processo di rigenerazione dell’osso. 

Anche in questo caso un segnale può venire da una riduzione dell’altezza, provocata da incurvatura della colonna per cedimento delle vertebre deboli.

POSSO PARLARE CON IL MEDICO?

Il nostro medico Dott. Zeggio è a disposizione per rispondere ai tuoi quesiti: non sei solo/a in questo percorso.

farmaci cause osteoporosi
  • https://www.facebook.com/neogela
  • gmail

Patologie e farmaci

Il trattamento di determinate patologie come tumori, malattie alla tiroide o patologie renali prevede l’utilizzo di farmaci che hanno tra i loro effetti collaterali la degenerazione dei tessuti articolari ed ossei.

Tra questi farmaci troviamo in particolare:

  • cortisonici
  • tiroidei
  • chemioterapici
  • anticonvulsivanti

L’assunzione prolungata di questi rimedi ha un effetto negativo sull’osso in quanto ne rallenta la rigenerazione favorendo il deterioramento.

È importante, in presenza di tali terapie necessarie per curare gravi patologie, attuare un’attività di prevenzione per proteggere la struttura ossea ed evitare un eccessivo indebolimento. In questi casi diventa spesso indispensabile ricorrere all’assunzione di integratori per assicurare l’apporto di calcio, vitamine e collagene.
A ciò è necessario abbinare l’attenzione verso uno stile di vita sano: attività fisica, alimentazione corretta ed evitare uso di alcolici e fumo.

Disturbi dell’alimentazione

Abbiamo visto quanto sia importante l’alimentazione per il benessere delle strutture in generale e delle ossa, un disturbo dell’alimentazione altera i naturali processi dell’organismo mettendo in pericolo la salute della persona. 

disturbi alimentari cause osteoporosi
  • https://www.facebook.com/neogela
  • gmail

In caso di disturbi dell’alimentazione, l‘organismo non riceve le sostanze nutritive necessarie: l’apporto di nutrienti è talmente basso che per la sua sopravvivenza esso si vede costretto ad attingere in primis dalle ossa e dai muscoli per ottenere la materia prima di cui ha bisogno ed assicurare lo svolgimento delle sue funzioni.
In poche parole, l’organismo cannibalizza se stesso e deteriora i propri tessuti per ritardare il più possibile la propria decaduta.

Prevenire è meglio che curare

Conoscere i motivi che determinano l’insorgere della patologia è importante per sapere quando e come intervenire per prevenire i danni.

L’osteoporosi si presenta in molti casi in seguito a naturali eventi come la menopausa, tuttavia intervenire per proteggere le nostre ossa è possibile: se sappiamo da dove il problema sorge, potremo aiutare l’organismo nel modo corretto, ossia dandogli le sostanze di cui necessita. 

Qual è la tua esperienza? Condivila con noi nei commenti.

Erica

Erica

Ciao, sono Erica! Creo gli articoli e i contenuti digitali per Neogela. Con ciò che creo e scrivo voglio trasmetterti il valore del nostro prodotto e la passione che tutto il team mette ogni giorno in questo lavoro.

2 Commenti

  1. antonio de felice

    avevo un dolore al ginocchio destro ,ho fatto una radiografia eil risultato è stato OSTEOPOROSI DIFFUSA Sclerosi de piatto tibiale con produzioniosteofisiche Artrosi femoro.rotulea .Ho fatto25 sedute di ultrasuoni e magnetoterapia e il dolore forte si calmato ma mi è rimasto che il ginoccnio non posso piu articolarlo come prima. ho 78 anni per la verità ben portati e solo adesso sto incominciando a sentirli fra un dolore e un sastidio sempre alla gamba destra ev qualche disturbo per il momento anche alla gamba sinistra.sono a v.s disposizione saluti e grazie

    Rispondi
    • Erica

      Grazie Antonio per aver condiviso con noi la tua esperienza. Una situazione delicata, se possiamo darti qualche consiglio medico scrivi a medical@neogela.com e ti risponderà il nostro medico referente.
      Un caro saluto da tutto il team

      Rispondi

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *