matrice ossea integratore ossa

COLLAGENE o VITAMINA D? cosa scegliere nei casi di malattie ossee.

1. La parola dell'esperto:

Il dottor Daniele Zeggio, esperto nel trattamento di malattie ossee con le proteine del collagene, grazie al successo ottenuto nella cura di molti pazienti da più di 20 anni, afferma che la somministrazione di proteine del collagene puro, ovvero che contenga la percentuale più alta di collagene, come NEOGELA che ha il 92% di purezza farmaceutica, sia lo strumento più adeguato contro artrosi, osteoporosi, fratture ossee, piaghe e altre malattie connesse alla degenerazione ossea.

Ci spiega quindi perché la unica somministrazione di Vitamina D in questi casi clinici si rivela poco efficace. Per fare ulteriori chiarimenti sul falso mito della Vitamina D abbiamo voluto riportare alcune definizioni riportate dal libro “Fisiologia Medica” di William F. Ganong, Università di California (pag.375 edizione Piccin).

2. Funzione della vitamina D e dei sali di calcio

La vitamina D è a tutti gli effetti un ormone (dal greco mettere in movimento), che favorisce l’assorbimento intestinale e la deposizione dei sali di calcio (simbolo chimico Ca) che mineralizzano la matrice PROTEICA ossea (cioè la struttura portante o trabecola del corpo umano) che si forma per osteogenesi ogni 6 mesi. 

3. Come iniziano le malattie ossee?

Senza la deposizione dei sali di calcio possono innescarsi malattie legate all’osso come l’osteoporosi, è da sottolineare come in questo processo la matrice proteica costituita dall’80% da proteine del COLLAGENE è di fondamentale importanza. Per esempio nella malattia immunitaria dell’artrite reumatoide, il cortisone somministrato impedisce la mineralizzazione dell’osso ed è chiaro che nel paziente ammalato la matrice ossea è deteriorata per cui la deposizione stessa dei sali di calcio e vitamina D è bloccata.

4. Come guarire dalle malattie ossee?

La soluzione più ovvia è quella di restituire forza alla matrice ossea grazie ad un supplemento di proteine del collagene e poi integrare con i CA e vitamina D per altro presenti normalmente nel nostro organismo.

5. L'importanza della matrice ossea

Nei casi di disordine alimentare, piaghe (che sono proteino disperdenti, una piaga consuma circa il 30% di proteine al giorno), mal assorbimento, alimentazione carente di proteine, ovvero dove manca un adeguato apporto proteico, la matrice ossea diventa carente, allargata, debole e rarefatta per cui nessun sale di calcio può depositarsi e quindi neanche la vitamina D. 

6. L'importanza del collagene

In conclusione la ristrutturazione della trama-matrice ossea avviene grazie all’assunzione supplementare di proteine del collagene, ed in alta percentuale! 

Molti prodotti propongono 1 gr di collagene nella loro composizione, quindi attenzione alle bufale!

Leila, Staff Neogela

Condividi sui social
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su email
FORSE TI POSSONO INTERESSARE ALTRI POST DELLA STESSA CATEGORIA...
Torna su